Yonghong Li
Yonghong Li (Foto Acmilan.com)

MILAN NEWS – Il nuovo corso rossonero non passerà soltanto dagli investimenti per il calciomercato e dai rinnovi contrattuali a cifre monstre. Serve un piano di sviluppo commerciale per garantire al club introiti nuovi e fondamentali per crescere in tutti gli ambiti.

Da ieri è stato ufficializzato l’avvio della società ad hoc Milan China, branchia del club rossonero che era stata già approvata nell’ultimo CdA a Casa Milan di qualche settimana fa e che prenderà piede a breve. L’intento sarà quello di creare partnership in oriente e sviluppare il settore marketing a certe latitudini, così da creare nuovi introiti commerciali per il futuro e garantire incassi da 100 milioni di euro minimo a stagione. Come riporta la Gazzetta dello Sport saranno una decina di manager già scelti in Cina ad occuparsi di tale strategia. Milan China avrà un CdA tutto suo del quale farà parte anche Marco Fassone, ma la sede centrale sarà a Pechino, con l’intento poi di aprire altre filiali nel resto del paese.

Il Milan inoltre entrerà anche nelle scuole cinesi, visto l’accordo stabilito sempre nella giornata campale di ieri con l’ente China Next Generation Education Foundation; l’idea è quella di insegnare i valori dello sport e la preparazione calcistica ai giovani tra i 12 e i 15 anni in Cina, così da recuperare anche nuovi tifosi rossoneri e creare un brand a livello di scuole calcio in tutto il vasto stato asiatico. Anche questa sarà un’operazione di marketing in grande stile.

 

Redazione MilanLive.it