André Silva Hakan Calhanoglu
André Silva & Hakan Calhanoglu (©Getty Images)

Si è chiuso il match d’andata dei play-off d’Europa League. Milan-Shkendija, punteggio finale di 6-0 per i rossoneri. Un risultato netto che rende la partita di ritorno in Macedonia soltanto una formalità.

Apre il match André Silva con un bel destro a giro all’interno dell’area di rigore. Raddoppio firmato da Riccardo Montolivo, in tap-in dopo la punizione di Suso respinta malissimo dal portiere avversario. Doppietta personale per l’attaccante portoghese che firma il momentaneo 3-0: l’ultimo milanista con la maglia numero 9 a firmare due gol a San Siro era stato addirittura Pippo Inzaghi nel lontano 2010 in uno storico Milan-Real Madrid di Champions League.

Nel secondo tempo i padroni di casa vanno più volte vicino al quarto gol, soprattutto con Calhanoglu e Suso. Poker che arriva con Fabio Borini che si ritrova il pallone tra i piedi e non può far altro che metterlo in rete. Quinto gol firmato Luca Antonelli, altro tap-in dopo respinta corta del portiere sul destro pericoloso di Suso. Sesto e ultimo gol messo a segno da Montolivo, che firma la sua prima personale doppietta in maglia rossonera.

Europa League, Milan-Shkendija: tabellino, voti e pagelle

Marcatori: 13′ André Silva, 25′ Montolivo, 28′ André Silva; 67′ Borini; 68′ Antonelli; 86′ Montolivo.

Ammoniti: Cuculi, Bonaventura.

Espulsi: /

MILAN: Donnarumma s.v.; Conti 7 (Dal 70′ Abate 6), Bonucci 6, Zapata 6, Antonelli 6,5; Kessie 7, Montolivo 7, Çalhanoglu 6,5 (Dal 61′ Bonaventura s.v.); Suso 6,5 (Dal 75′ Cutrone 6,5), Silva 7,5, Borini 6,5.
A disposizione: Storari, Abate, Musacchio, Rodríguez, Locatelli, Bonaventura, Cutrone. Allenatore: Montella

SHKENDIJA: Zahov 5,5; Todorovski 6+, Bejtulai 5, Cuculi 5, Celikov 5,5; Alimi 5,5, Totre 5,5; Radeski 5, Hasani 6, Abdurahimi 5,5; Ibraimi 5.
Allenatore: Osmani.

UOMO PARTITA MILANLIVE: André Silva

Milan-Shkendija: le pagelle dei rossoneri

Donnarumma s.v.: nessun intervento importante, solo un tiro in porta subito. Poteva fare meglio nella ripresa uscendo dall’area, ma si scontra con Conti.

Conti 7: in continua proiezione offensiva, dà sempre più soluzioni a Suso e compagni. La fascia destra ormai porta il suo nome. (Dal 70′ Abate 6: pronti via, mette subito in mezzo per André Silva che prova il tacco ma viene fermato da una grande parata del portiere avversario).

Bonucci (C) 6: un po’ emozionato per la prima partita ufficiale a San Siro da capitano rossonero. Registra la fase difensiva, catechizzando Zapata, ma la pochezza offensiva dei macedoni aiuta e non poco.

Zapata 6: non sbaglia nessuna chiusura difensiva. In coppia con Bonucci sembra trovarsi molto bene. La sua velocità può essere un’arma in più.

Antonelli 6,5: concede troppo ai diretti avversari in fase difensiva, che in un paio di occasioni nel primo tempo si sono resi insidiosi dalle sue parti. Voglioso e volenteroso invece in fase offensiva: riesce anche a trovare un gol su tap-in semplice da pochi passi ed in posizione regolare.

Kessié 7: onnipresente in tutte le zone del campo, sia in interdizione che in fase offensiva. Va vicino al gol in un’occasione con una gran destro che finisce sull’esterno della rete. Personalità e intraprendenza per l’ivoriano, già idolo dei tifosi.

Montolivo 7: una doppietta europea storica per l’ex capitano rossonero. Nel primo quarto d’ora soffre un po’ la tensione, poi fila tutto liscio con il primo gol su tap-in da pochi passi: bravo a credere all’errore del portiere su punizione di Suso. Sul suo secondo gol personale, nonché ultimo per i rossoneri, mostra le sue caratteristiche da interno di centrocampo: inserimento in area e destro imprendibile rasoterra. Riguardo alla fase di costruzione, può e deve fare meglio.

Calhanoglu 6,5: si abbassa molto per aiutare la manovra di costruzione della squadra e si rende protagonista di un paio di ottime verticalizzazioni. Bene in fase difensiva, a dimostrazione che la forma fisica sta tornando ad essere più che accettabile. Va vicinissimo al gol in due occasioni, ma sbaglia la mira. (Dal 61′ Bonaventura s.v.: entra tra il boato dei tifosi, ma lascia il campo appena 20 minuti dopo per un problema al retto femorale. Ne sapremo di più domani dopo i controlli medici).

Suso 6,5: ha vita facile con Kessié e Conti che gli girano attorno. Lo spagnolo si accentra spesso e prova il gol in diverse occasioni: proprio da due dei suoi tiri nascono altrettanti gol dei compagni, prima Montolivo, poi Antonelli. (Dal 75′ Cutrone 6,5: ad un passo dal gol in ben due occasioni, prima colpisce il palo al volo su calcio d’angolo dopo deviazione del portiere, poi rischia di siglare la meraviglia della serata in rovesciata su tocco sotto di Montolivo, ma la palla si spegne di pochissimo sul fondo).

Borini 6,5: serata di gloria anche per lui, che oltre a sacrificarsi per i compagni, trova anche il gol da pochi passi.

André Silva 7,5: una doppietta per spegnere sul nascere ogni presunto dubbio sul suo acquisto. Sicuramente l’avversario non era dei più forti, ma il portoghese si dimostra letale sotto porta. Prima batte il portiere con un tiro a giro dall’interno dell’area di rigore, poi si rende protagonista di una grande giocata in mezzo a due difensori e con freddezza firma la rete. Nel secondo tempo colpisce anche un palo e si dimostra all’altezza dal punto di vista fisico.

All. Montella 7: anche il mister si diverte a guardare la squadra giocare. Con tutta la consapevolezza sulle potenzialità dell’avversario, questa sera è stato un Milan spettacolare. Bravi a concretizzare la maggior parte delle occasioni create. La condizione fisica cresce sempre di più. Domenica prossima ci sarà l’esordio in campionato nell’insidiosa trasferta a Crotone.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it