M'Baye Niang
M’Baye Niang (©Getty Images)

CALCIOMERCATO MILANM’Baye Niang è diventato una sorta di ‘caso’ nel club rossonero, che finora non è riuscito a venderlo a causa dei suoi continui rifiuti alle varie destinazioni.

L’attaccante francese ha prima rifiutato di essere riscattato dal Watford, poi ha detto ‘no’ all’Everton e infine sta respingendo la corte dello Spartak Mosca. In tutti e tre i casi il Milan aveva l’accordo per venderlo a 18 milioni di euro, denaro che sarebbe stato molto importante per le casse societarie.

Il quotidiano Tuttosport scrive che il Torino è molto interessato a Niang, ma al momento non è disposto a spingersi fino ai 18 milioni di prezzo fissato dai rossoneri. Il club di Urbano Cairo sta studiando la formula per accontentare il Milan. Nel frattempo è emerso anche un intoppo che ‘blocca’ la cessione del talento ex Caen.

Si tratterebbe di una buonuscita in caso di futura rivendita sulla quale si erano verbalmente accordati Niang e Adriano Galliani. Il calciatore vorrebbe far valere quell’intesa con la vecchia società, mentre i nuovi dirigenti non sono affatto d’accordo dato che non c’è nulla di scritto messo a contratto. Questo aspetto sta bloccando il trasferimento del 22enne transalpino.

Vincenzo Montella ultimamente non lo ha convocato per le partite contro Shkendija e Crotone, chiaro segnale della volontà del Milan di venderlo. Niang non rientra nel progetto tecnico-tattico rossonero e si spera di riuscire a cederlo prima della fine della sessione estiva del calciomercato.

 

Redazione MilanLive.it