Il Milan esulta a Crotone (©getty images)

MILAN NEWS – Il Milan fa sul serio. I rossoneri ieri a Crotone hanno mandato un messaggio chiaro al campionato e alle altre rivali per le zone alte della classifica. La squadra creata da Fassone e Mirabelli non è solo un insieme di figurine composte a caso, ma un gruppo già compatto e con tanta qualità e voglia di vincere.

Lo ha dimostrato ieri sera allo stadio Ezio Scida in solo 23 minuti la formazione di Vincenzo Montella, che con un inizio shock ha bruciato il malcapitato Crotone, rimasto in dieci per il ‘rosso’ da ultimo uomo a Ceccherini e punito severamente da un Milan spietato. Nell’ordine: il rigore perfetto di Franck Kessié, il colpo da cecchino di Patrick Cutrone e l’elegante diagonale di Suso. Pratica calabrese archiviata in un quarto di gara, tutto il resto è semplice amministrazione, rotazione di uomini e possibilità anche di far esordire in Serie A altri volti nuovi, come André Silva, o rivedere in campo Abate e Mauri dopo tanto tempo.

Sotto gli occhi di David Han Li, che come riporta la Gazzetta dello Sport è sceso fino in Calabria per la prima di campionato, il Milan dunque dimostra di essere una squadra vera, dal gol facile e dalle tante soluzioni. Il 4-3-3 di partenza di Montella si trasforma con dinamismo: Suso si accentra, Conti e Rodriguez giocano da ali e Calhanoglu fa il playmaker alto. Meccanismi che, se funzionano come ieri sera, possono mettere in difficoltà chiunque. Buona la prima dunque, ora testa alla pratica Shkendija, in realtà già archiviata dalla settimana scorsa.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it