Vincenzo Montella e il suo Milan (©getty images)

MILAN NEWS – Probabilmente Vincenzo Montella non avrebbe mai immaginato che il suo Milan nel giro di quattro giorni segnasse nove reti senza subirne nessuna e si sarebbe potuto accomodare in panchina privo di patemi d’animo dopo solo un tempo di gioco a Crotone.

L’esordio in campionato è altamente positivo ed il tecnico rossonero, come riporta la Gazzetta dello Sport, è abbastanza entusiasta, senza però dimenticare le distrazioni avute dai suoi nella ripresa: “Mi è piaciuto l’approccio, il rosso ha agevolato la partita ma la squadra ha giocato con intensità e attenzione. Per diventare davvero vincenti però dobbiamo gestire quelle situazioni in cui abbiamo peccato: sul 3-0 abbiamo preso qualche giallo di troppo. Ripeto, sono contento della prestazione ma ci sono cose su cui lavorare. La squadra completa è quella che sa alternare e capire cosa fare nel momento giusto: l’alternanza del tipo di gioco ti dà delle soluzioni in più e può mettere in difficoltà gli avversari”.

Ieri primi accenni di VAR, l’assistenza arbitrale tramite video che ha aiutato la concessione di rigore ed espulsione in favore del Milan dopo soli 4′ di gioco. Montella, che non ama comunque commentare le moviole, si è detto positivo anche in questo ambito: “Ero tra quelli che commentava poco le decisioni degli arbitri e così non commenterò nemmeno la VAR. Dobbiamo abituarci al tempo, ma allenatori e giocatori ora sono più sereni”.

Infine una chiusura sui singoli della sua squadra: “l giocatore che mi ha stupito di più? E’ una squadra di ragazzi forti e che stanno crescendo. Il primo che mi viene in mente è Kessie, che mi aspettavo forte, ma non così tanto. Un altro che può fare di più è André Silva, che si è preparato tre palle gol, ma deve essere più concreto. Se ci riuscirà, diventerà un attaccante top”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it