Marco Fassone
Marco Fassone (foto acmilan.com)

Terminata ufficialmente la sessione estiva del calciomercato, è tempo di bilanci in casa Milan. Con ben undici nuovi acquisti e anche tante cessioni, è stata una finestra decisamente molto attiva per il club.

Marco Fassone in diretta Facebook, Youtube e Milan TV ha parlato così: “Un mercato che viene da lontano e che ci è piaciuto comunicare in questo modo ai nostri veri azionisti, cioè i tifosi. E’ partito tutto da quando io e Massimiliano abbiamo accarezzato il sogno di essere protagonisti nel Milan”

“Dietro ogni operazione c’è sempre una storia e una costruzione che parte da lontano, dai primi contatti con gli agenti e i club. Qualche contatto con alcuni giocatori presi risalgono all’altra estate. Ricordo quando Mirabelli mi disse ad agosto che sarebbe andato a Cagliari per vedere Kessié”.

“Uno o due giocatori cinesi potrebbero venirci a trovare nei prossimi giorni”.

“Diamo i numeri ufficiali del mercato. E’ stato un mercato più importante di quelli che pensavamo a livello di investimenti. Abbiamo speso più di 230 milioni, li metteremo tutti sul bilancio di quest’anno. Siamo grati al presidente Yonghong Li, se abbiamo potuto prendere undici giocatori è grazie alla proprietà. Abbiamo fatto cessioni, e qualcosa potremo ancora fare, tra i 50 e i 60 milioni. Oltre le previsioni. Abbiamo contenuto il livello delle commissioni sulla soglia del 5%, siamo a circa 12 milioni. Gli stipendi saranno tra i 110 e i 120 milioni. Abbiamo fatto meglio di come pensavamo, abbiamo fatto quasi tutto quello che volevamo. Sono soddisfatto”.

“Un traguardo raggiunto è quello di trasmettere alla gente milanista un grande entusiasmo e le prime partite a San Siro lo testimoniano. E’ un primo risultato importante. Sul mercato abbiamo fatto il 90% di ciò che volevamo”.

“Le due partite di Europa League sono state affrontate con lo spirito giusto. L’Europa League l’affronteremo con impegno assoluto, non sarà un impegno di ripiego. Ci deve aiutare per tornare protagonisti in uno stage diverso”.

“Trattativa per Gigio difficile, spero che le prossime siano meno tormentate. Suso? E’ subito stato considerato un giocatore su cui costruire il futuro. Mai stato messo sul mercato, deve restare con noi. Sono certo che non ci saranno problemi. Sono quasi certo che resterà con noi a lungo”.

“Per Niang col Torino ci eravamo sentiti nei giorni scorsi e non avevamo accordo sulla valutazione, ma poi abbiamo trovato un’intesa interessante. Abbiamo tentato col Genoa per Pellegri e Salcedo, ma non c’era tempo. Non siamo riusciti a fare un’operazione in uscita perché siamo arrivati alle 23:01. Simic è andato al Crotone. La rosa è buona, siamo 2-3 soprannumero”.

“Mercato bello in generale anche per l’Italia. Il nostro è particolare. Speriamo di avere un campionato equilibrato. Ringraziamo i tifosi, stateci vicini e anche noi lo faremo per rifare grande il Milan”.

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it