M’Baye Niang (foto Torino FC)

CALCIOMERCATO MILAN – C’è chi si aspettava un vero ultimo colpo in entrata dal Milan in questo finale di sessione estiva, chi voleva magari un rinforzo importante a centrocampo o un esterno d’attacco di alto rango.

Ma i rossoneri hanno chiuso con un vero e proprio ‘colpo’ in uscita, una cessione che per due semplici motivi diventa importantissima: il Milan si è andato a liberare di un esubero scomodo non amato dai propri tifosi e per di più realizzando una splendida plusvalenza finanziaria. M’Baye Niang è il calciatore in questione, che dopo giorni di tira e molla, di litigi e di certificati medici per stress è riuscito a legarsi al Torino, come voleva già da settimane.

L’operazione del 31 agosto, attuata dallo scatenato d.s. Davide Petrachi, ha portato Niang a vestire il granata con una soluzione che, secondo Tuttosport, fa felici tutti: prestito oneroso da 2 milioni di euro, obbligo di riscatto già stabilito a 15 milioni e altri 3 che andranno di bonus facilmente nelle casse del Milan. Insomma 20 milioni totali per cedere un elemento non più utile alla causa e soprattutto dal carattere sbarazzino e ambivalente. Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli chiudono dunque in bellezza: dopo tante spese, a tratti anche folli, guadagnano una plusvalenza importante e stimabile con Niang, che fu pagato nel 2012 dal Caen soltanto 3 milioni di euro.

 

Keivan Karimi – Redazione Milanlive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it