Gustavo Gomez e Gabriel Paletta (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il 31 agosto alle ore 23 sembrava più che altro il giorno della Liberazione. Esatto, liberi tutti di pensare soltanto al campo e non più a destinazioni future, cambi di maglia o contratti da sottoscrivere in extremis.

Lo è stato anche per due calciatori che, nonostante fossero stati considerati delle terze o quarte scelte per tutta l’estate in casa Milan, hanno deciso di restare. Gabriel Paletta e Gustavo Gomez proprio nelle ultime ore di agosto dovevano fare le valigie, rispettivamente in direzione Lazio e  Fenerbahce, ma qualcosa è andato storto nelle trattative di fine mercato. Paletta ha detto no alla proposta di Claudio Lotito, mentre il paraguayano non è mai stato troppo convinto dall’ipotesi Istanbul, nonostante la sessione in Turchia chiuda l’8 settembre.

Ecco dunque che la Gazzetta dello Sport sembra rilanciare sulla carta la posizione di Paletta e Gomez, che da esuberi possono tornare utili a sorpresa nelle gerarchie di Vincenzo Montella, in particolare se si decidesse di passare alla difesa a tre. In quel caso il tecnico campano avrebbe sei uomini per tre ruoli, esattamente l’ideale per poter giocare con questo tipo di assetto. Inoltre gli esempi del passato restano validi per pensare che i due stopper sudamericani possano tornare utili: nel 1999 Luigi Sala, onesto centrale arrivato dal Bari, diventò titolare a sorpresa nella squadra di mister Zaccheroni e vinse lo Scudetto da protagonista. Oppure Roque Junior, brasiliano ai margini del Milan nel 2003 ma eroe sacrificato, con tanto di guaio muscolare, nella finalissima Champions League vinta contro la Juventus.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it