Montella e Franck Kessié (©getty images)

MILAN NEWS – Paradossalmente se la partita di ieri all’Olimpico fosse stata rinviata a data da destinarsi sarebbe stato un sollievo per il Milan, naufragato in una Roma allagata dagli ultimi pesanti eventi meteorologici.

Lo sa bene Vincenzo Montella, che torna assieme al suo Milan con i piedi per terra, in maniera pesante e improvvisa. Uno shock la sconfitta di ieri contro la Lazio, perché inaspettata soprattutto per le proporzioni, con i rossoneri capaci di buttarsi via nel giro di 13 minuti di gioco netti, tra fine primo tempo ed inizio ripesa.

News Milan, Montella: “Non siamo ancora una squadra”

La Gazzetta dello Sport riporta le dichiarazioni di Montella nel post-partita di ieri all’Olimpico, il quale ha subito premuto sul tasto della mancanza di unità e di preparazione all’interno del suo Milan: “E’ una brutta sconfitta. Non abbiamo avuto la forza mentale per reagire, ognuno voleva risolvere la partita da solo. Dobbiamo ancora diventare squadra, fare di più sotto il profilo dell’atteggiamento e della personalità. Questa partita ci ha detto che siamo indietro, ma la realtà è che si hanno delle reazioni importanti quando si ha un pensiero unico. E qui ci sono giocatori che si sono allenati insieme solo 3 o 4 volte. Però dobbiamo restare convinti di essere una buona squadra: io sono pronto alla sfida, e dico che il nostro obiettivo è arrivare davanti alla Lazio anche se ci hanno battuto nettamente”.

Qualcuno già ieri a fine partita ha puntato il dito contro Montella stesso per le scelte di formazione poco convincenti, per aver lasciato in panchina molti calciatori di qualità affidandosi ad altri meno brillanti: “Per me queste erano le scelte migliori. Cutrone è avanti rispetto agli altri, Kalinic non è al meglio, André Silva nemmeno, Bonaventura rientrava da un infortunio. anche Calhanoglu non era al top. La squadra deve crescere e si deve conoscere, anche facendo ruotare i giocatori. Comunque, quando si perde l’allenatore è sempre il maggior responsabile”.

Infine Montella non ha escluso un cambio di modulo, magari già a partire dal prossimo match, quello di Europa League a Vienna: “Romagnoli sta molto meglio, giovedì in Coppa probabilmente giocheremo a 3. Se fino a oggi non è successo è perché non c’è stato tempo per provarlo”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it