Alberto Zaccheroni
Alberto Zaccheroni (©Getty Images)

MILAN NEWS – Le ottime risposte arrivate giovedì sera in Europa League hanno convinto Vincenzo Montella: il suo Milan giocherà con la difesa a tre. Da definire, invece, lo schieramento di centrocampisti e attaccanti.

A Vienna si è visto un classico 3-5-2. Oggi, contro l’Udinese, potrebbe esserci una variazione in attacco, con Suso alle spalle di Nikola Kalinic. Ma gli uomini a disposizione permettono al tecnico di cambiare a suo piacimento e a seconda delle condizioni fisiche e psicologiche dei suoi calciatori. Alberto Zaccheroni, intervistato dalla Gazzetta dello Sport, gli dà qualche consiglio: “Parlando di mi viene subito da pensare che Suso non venga messo nelle condizioni ideali. Vedrei di più, magari, un 3-4-2-1, oppure un 3-4-3 con Suso e Bonaventura esterni: sarebbe il massimo”.

Una certezza in questo sistema di gioco è Leonardo Bonucci: “Con quel sistema, si sente a casa sua, si sente coperto e può stare anche un po’ più alto”. La palla passa a Montella, che ha un buon materiale tecnico su cui lavorare: “Può sbizzarrirsi, metterci l’imprevedibilità, e poter cambiare tanto sarà una delle chiavi vincenti di questo Milan. Ha uomini che sanno costruire dappertutto. L’unico problema è che è una squadra da assemblare”.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it