Sampdoria-Milan
Le proteste dei rossoneri contro l’arbitro Valeri in Sampdoria-Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non buona la prestazione dell’arbitro Paolo Valeri, direttore di gara ieri nel match Sampdoria-Milan; stavolta il VAR va in soccorso del fischietto romano, che aveva sbagliato una netta valutazione già nel primo tempo.

Fallo di mano in area rossonera segnalato da Valeri da parte di Franck Kessié e calcio di rigore inizialmente assegnato alla Sampdoria, ma con l’ausilio del replay l’arbitro è tornato sui propri passi annullando la decisione: troppo ravvicinato il contatto, con Kessié che tiene le mani attaccate al corpo sul cross di Strinic. Ma secondo il Corriere dello Sport il Milan può recriminare per una trattenuta prolungata dello stesso Strinic su Nikola Kalinic in area: il difensore sampdoriano scivola e porta con se’ l’attaccante croato. Rigore che poteva starci.

Più abile Valeri invece nel giudicare non fallosi un paio di interventi in are della Sampdoria, prima con la caduta di Leonardo Bonucci in realtà fortuita, poi con Suso che accentua nel finale di gara. Graziato infine Ricardo Rodriguez: il terzino rossonero alza il piede in faccia al portiere Puggioni e rischia di fargli male. Valeri non lo ammonisce neanche nonostante la pericolosità dell’intervento a gamba tesa.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it