Suso
Suso (©Getty Images)

MILAN NEWS – Ieri Suso ha prolungato il suo contratto con il Milan fino al 2020. “Uno dei giorni più importanti della mia vita” è stato il messaggio-social dello spagnolo dopo le foto e la firma di rito – insieme alla famiglia – a Casa Milan.

Oggi l’attaccante rossonero ha rilasciato un’intervista ai microfoni di Milan TV, durante la quale ha anzitutto espresso la sua gioia di aver firmato il prolungamento contrattuale: “E’ stato un giorno speciale per me e per tutta la mia famiglia, lo volevo tanto. Era ciò che ho sempre voluto. Ho sempre detto prima di cominciare la stagione che volevo restare al Milan. Ho avuto la possibilità di poter andare via, ma ho scelto di restare. L’ho detto anche alla società. Sono molto felice per tutto, è la scelta giusta. E’ stato un anno molto bello l’anno scorso e quest’anno abbiamo iniziato bene a parte queste due partite”.

Il rinnovo però è già passato, giovedì il Milan è già chiamato ad un impegno importante in Europa League contro il Rijeka. Questo il pensiero di Suso: “Dobbiamo vincere. In Europa tutte le partite sono difficili. A San Siro penso sia un pochino più facile con la nostra gente. Dobbiamo concentrarci su questa e poi domenica c’è la Roma. E’ meglio avere partite difficili, perché sappiamo come poter guardare avanti e cosa possiamo dare”.

Inevitabili le critiche susseguite a Sampdoria-Milan, con i rossoneri che hanno profondamente deluso, non tanto per il risultato, quanto per la prestazione. Se ci sono state tante critiche? Suso ha risposto così: Magari erano troppi i complimenti e ora tutto è negativo. Abbiamo tanti giocatori nuovi ed è difficile formare subito la squadra. Poi siamo quasi tutti giovani, quindi è ancora più difficile. Dobbiamo lavorare di più se vogliamo migliorare”.

 

Giacomo Giuffrida – Redazione MilanLive.it