Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

NEWS MILANGennaro Gattuso mesi fa è diventato il nuovo allenatore della Primavera rossonera, voluto fortemente da Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone. Un ritorno al Milan molto apprezzato e inaspettato, dato che da anni allenava prime squadre.

Rino ha avuto un avvio di stagione con due sconfitte in campionato, ma poi contro Salernitana (TIM Cup) e Bologna sono arrivate le prime due vittorie di Gattuso in partite ufficiali alla guida dei giovani rossoneri. Sicuramente gli servirà un po’ di tempo per trasmettere completamente le proprie idee e vederle applicate in campo.

L’allenatore della Primavera del Milan ha presenziato alla presentazione del canale De Agostini Editore ALPHA. Tuttomercatoweb.com ha riportato le sue parole: “Nella mia carriera non sono mai stato un calciatore dotato di tecnica, ma nel mio DNA c’è sempre stato scritto ‘non mollare mai’. Ho fatto dell’agonismo il mio pilastro. Nessuno mi ha regalato mai niente nella vita. Con la passione e la caparbietà ho raggiunto il massimo livello del calcio”.

Gattuso ha poi proseguito parlando del suo lavoro in Primavera, dopo aver lavorato per diverse stagioni in prime squadre: “Dopo cinque anni di prime squadre, quest’anno lavoro con i ragazzi che però, vista l’età, tanto ragazzi non sono più. È un mondo nuovo, vado alla ricerca di sfide e stimoli. Importante è che ci siano sempre delle regole perché nello spogliatoio ci vuole disciplina e rispetto. Spesso mi rendo conto che questi ragazzi non capiscono la grande fortuna che hanno. Vogliono spesso prendere decisioni ma quelle spettano a me. Il calcio mi ha aiutato a rispettare le regole, a prendere schiaffoni quando si sbagliava. Adesso non si può più perchè c’è il telefono azzurro (ride, ndr)”.

 

Redazione MilanLive.it