Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

NEWS MILAN – Siamo alla vigilia di Milan-Roma, big match della 7^ giornata del campionato Serie A 2017/2018. Una sfida molto importante per entrambe le squadre.

I rossoneri di Vincenzo Montella cercano il riscatto dopo la brutta sconfitta di Genova contro la Sampdoria e il successo poco convincente in Europa League contro il Rijeka. Il Milan finora ha fallito tutti i test di maturità (Lazio e Samp), dunque ha bisogno di vincere questo scontro diretto contro una rivale per la qualificazione in Champions. Ovviamente non sarà facile, i ragazzi di Eusebio Di Francesco vengono a San Siro per fare 3 punti.

Montella, conferenza stampa alla vigilia di Milan-Roma

Consueta conferenza stampa da Milanello per Montella nel giorno che precede Milan-Roma. Tanti gli argomenti sui quali il mister è stato interpellato dai giornalisti, considerando il momento non brillante della squadra e le voci sulla sua panchina traballante.

In primis ci tiene a salutare Eusebio Di Francesco: “E’ un amico vero, gli auguro tanta fortuna ma da dopodomani. Sento aria di svolta, mi sembra che la squadra si sia sbloccata e stia cercando di allontanare l’ansia“.

Il Milan deve continuare a lavorare per crescere: “Abbiamo fatto una rivoluzione e ricostruire le fondamenta. Poi bisogna acquisire mentalità e automatismi. Non si può pensare di avere tutti i comfort. Stiamo tirando su i muri. Non si può fare diversamente o andare a ritroso, so che devo sopportare esagerazioni. Dobbiamo entrare in Champions e creare una mentalità vincente. Se siamo uniti il tempo si dimezza, altrimenti no“. Sulla Roma: “C’è poco da dire, ne hanno persa solo una. Hanno un grande attacco, speriamo sia uno scontro diretto. L’anno scorso hanno chiuso davanti a noi di 20 punti“.

Il tecnico risponde così alle voci che raccontano di un rapporto burrascoso con Massimiliano Mirabelli: “Con Massimo c’è un rapporto splendido. Ahimé sto più con lui che con mia moglie (sorride, ndr). C’è grande sintonia, mi dà supporto e non suggerimenti. Anche lui deve fare delle valutazioni. I presunti litigi sono invenzioni“. Sul nuovo preparatore atletico: “Vediamo dopo la sosta. Giochiamo ogni tre giorni, ci alleniamo giocando”.

Il Milan ha calato l’attenzione nel secondo tempo contro il Rijeka in maniera ingiustificata. Bisogna migliorare. “La partita potevamo gestirla meglio e dovevamo affondare per chiuderla. Questo è soggetto a interpretazioni. Abbiamo commessi errori, dobbiamo migliorare come reparto e siamo qui per questo. Ci siamo complicati la vita ma ho visto uno spirito nuovo che deve rimanere“.

L’anno scorso c’erano maggior difficoltà per l’allenatore. Che quest’anno ha a disposizione elementi importanti: “Le aspettative sono più alte rispetto all’anno scorso e mi pare di essere in linea. In una rivoluzione bisogna fare delle scelte, magari preferire il risultato alla prestazione. In alcuni aspetti ci siamo riusciti“. Montella difende Leonardo Bonucci dalle tante critiche: “Bonucci mai un problema, ma un valore in più. Sa di dover migliorare. Sarà una risorsa. E’ l’unico calciatore in rosa che ha vinto“.

L’attacco della Roma è di altissimo livello e servirà il miglior Milan in fase difensiva: “Questo è un grandissimo test. Dobbiamo essere concentrati per tutta la partita se non altro“. Poi ancora sulle tante critiche a Bonucci: “Non so perché Marino l’abbia detto. Siamo felici di Bonucci. Nei suoi confronti è tutto molto esagerato. Ma è il suo livello che influisce. Sul primo gol contro il Rijeka non è colpa sua. Giovedì ha fatto cose positive e so come sfruttarlo al meglio”.

Per Montella giocare contro la Roma è sempre una grande emozione visto il suo passato giallorosso: “Strano giocare contro la Roma senza Totti. Ogni piazza ha le sue pressioni, umori e aspettative. Non credo che fra le due qualcuna parta in svantaggioAffrontare la Roma è un circolo di emozioni. E’ la mia casa. Per me non è una partita normale e non può esserlo. C’è tanto affetto“.

Nikola Kalinic, André Silva e Patrick Cutrone hanno raggiunto tutti un ottimo livello: “Credo che sia un vanto riuscire a portare tutti gli attaccanti ad un certo livello. Per quanto fatto fino ad oggi Suso ha la possibilità di crescere ulteriormente. Gli altri tre che sono più attaccanti come pensiero e caratteristiche si stanno avvicinando alla forma migliore“.

André Silva ha segnato ancora in Europa League e ora si spera abbia più spazio anche in campionato: “André Silva ha fatto una buonissima prestazione. Non è egoista, gli piace fare la giocata perché si diverte. Deve crescere nell’interpretazione delle situazioni. Può crescere ancora tanto. Ci aspettiamo ancora di più, questo è sinonimo di grande potenzialità. Non so se è ancora totalmente pronto per il calcio italiano, lo è per quello internazionale“.

Contro il Rijeka ottima la prestazione di Fabio Borini da esterno di centrocampo: “Conoscevamo Borini. La cosa migliore l’ha fatta prima del gol quando ha rubato una palla con impeto. Ci aspettiamo anche dagli altri questo stesso atteggiamento. Di alto livello il passaggio a Cutrone“.

Montella ha parlato così delle condizioni di Hakan Calhanoglu: “Lo valutiamo oggi in modo definitivo. Era una botta. Oggi pomeriggio avremo risposte più complete“. Poi su Riccardo Montolivo e Davide Calabria: “Ieri si sono allenati con la squadra, oggi di nuovo. Sono a disposizione“. Contro la Roma sarà una partita diversa rispetto a quelle delle scorse stagioni: “Siamo una squadra diversa. Potenzialmente arriveremo a fare quello che ha fatto la Roma. Domani è un bel test, sono ansioso di giocare“.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it