Nikola Kalinic in Milan-Roma (©getty images)

MILAN NEWS – Difficilissimo commentare la prova del Milan di ieri sera a San Siro contro la Roma. Per 70 minuti la squadra di Vincenzo Montella sembrava in controllo della gara, guarita rispetto ai danni collaterali delle ultime settimane.

Il merito è stato quello di aver tenuto testa per molti minuti alla Roma, squadra che molti davano alla pari dei rossoneri dal punto di vista tecnico, ma che ad oggi è ancora una spanna sopra per preparazione, gioco e unità d’intenti. Un buon Milan ma ancora irrisolto, compatto per due terzi di gara ma poco cattivo in fase offensiva. Come scrive la Gazzetta dello Sport la Roma di Di Francesco non è neanche così brillante, ma è spietata e dopo un match a ritmi cadenzati riesce ad avere la meglio punendo il Milan grazie al solito Edin Dzeko, bomber dai piedi fatati e un po’ fortunato sul tiro vincente deviato da Romagnoli.

Il raddoppio di Florenzi cinque minuti dopo taglia le gambe al Milan (che finisce anche in dieci); arduo capire se ci sia del buono da prendere dalla prestazione del Milan, migliore e più presente rispetto a Genova ma squadra ancora dalla coperta corta: se si difende con ordine non sa pungere in attacco, se prova a spingere un po’ di più diventa fragile in difesa. Tanti difetti ancora da curare, Montella ha due settimane di sosta per farlo e preparare mentalmente e tatticamente la squadra al derby delle verità.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it