Nikola Kalinic
Nikola Kalinic (©Getty Images)

MILAN NEWS – Per il momento la rivoluzione in attacco del nuovo Milan non sembra ancora aver dato i frutti sperati. La squadra di Vincenzo Montella in campionato, numeri alla mano, è ancora troppo scarsa lì davanti.

L’analisi del Corriere dello Sport è piuttosto severa ma realistica. Basti pensare che l’unico attaccante del Milan attuale in grado di segnare sia in campionato che in coppa è Patick Cutrone, il classe ’98 che dovrebbe sulla carta essere solo un centravanti di scorta e di belle speranze future. L’abbandono del 4-3-3 come modulo di base ha rivoluzionato ancor di più un reparto già nuovo per gli innesti dei vari Fabio BoriniAndré Silva e Nikola Kalinic in estate, dunque per Vincenzo Montella c’è ancora tanto da lavorare per trovare feeling, amalgama e soprattutto la coppia ideale per il 3-5-2 attuale.

I dati per ora sono impietosi: il Milan in campionato non segna su azione dal match contro l’Udinese, nell’unico match in cui bomber Kalinic ha timbrato il cartellino. 329 minuti senza una rete di un centravanti, 181 minuti senza tirare in porta con pericolosità. André Silva dà l’idea di essere spesso pericoloso ma senza avere però capito come bucare le difese italiane. E c’è anche la grana Suso, che da seconda punta fa fatica a trovare movimenti e posizione ideale. Troppo poco per un club che in estate ha speso circa 70 milioni di euro per rifare il look al reparto offensivo.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it