Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

NEWS MILANVincenzo Montella oggi ha ricevuto il ‘Premio Liedholm’ a Curraro Monferrato presso Villa Boemia. Un riconoscimento prestigioso, considerando che è intitolato a una leggenda del Milan.

L’allenatore rossonero, ripreso dai microfoni di Premium Sport, si è così espresso sulla situazione della sua squadra: “L’accanimento sul Milan secondo me ci sta, le aspettative erano e sono altissime. Il nostro percorso ci deve portare a crescere e raggiungere l’obiettivo dei primi quattro posti. Non siamo distantissimi, l’importante è non farsi condizionare. Futuro? Non mi turbano le illazioni, faccio questo lavoro da qualche anno, conosco i rischi del mestiere. Allenando una squadra come il Milan i rischi sono maggiori, così come le chiacchiere”.

Montella rimane sereno, nonostante le recenti sconfitte e le voci che lo danno a rischio sulla panchina del Milan: “Sono positivo e ottimista, c’è del lavoro da fare. Vedo il cammino un po’ in salita ma è abbastanza normale, ci vuole del tempo ma noi siamo i primi a pretendere che questo tempo non ci sia. Ho equilibrio nelle valutazioni e nelle analisi. Il preparatore? Sto valutando qualche possa essere la scelta migliore. Iriarte sta con me da qualche anno, le soluzioni interne non mancano, sto vedendo anche altri profili. Non mi lascio prendere dal panico”.

Il mister rossonero rivela che la questione relativa al preparatore atletico è ancora aperta, anche se per adesso è Critian Iriarte ad occuparsi della preparazione della squadra. Montella ha anche confermato l’interesse per Alejandro ‘Papu’ Gomez: “Che avesse grandi possibilità lo si intravedeva, infatti lo avrei voluto in tutte le società in cui sono andato, dalla Fiorentina in poi”.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it