Milan, il coraggio non basta: Icardi è il re del derby

L’esultanza di Icardi al derby (©getty images)

MILAN NEWS – C’è solo l’Inter nella scia del Napoli, in un weekend di campionato ricco di big match che cambia le gerarchie e le aspettative stagionali di molte squadre. Purtroppo anche del Milan, che incappa nella terza sconfitta consecutiva, la quarta in stagione.

Colpa di un derby pazzo e bellissimo, che però regala l’ennesima delusione ai tifosi rossoneri. In un San Siro strapieno, la squadra di Vincenzo Montella dimostra ancora di avere la coperta corta: un 3-5-2 ancora da collaudare che soccombe contro l’organizzata Inter di Spalletti. Come scrive la Gazzetta dello Sport nella sua analisi del ‘day-after’, i nerazzurri dominano il primo tempo e passano in vantaggio con Mauro Icardi, il mattatore della serata, su splendido assist di Candreva. Il Milan è lento, impacciato e poco fluido, manovra senza pericolosità ed è costretto a togliere Kessié per cercare di reagire.

Mossa a doppio taglio, perché con l’ingresso di Cutrone il Milan nella ripresa è coraggioso e volenteroso, ma sbilanciato in avanti: Suso trova il pareggio con un gran gol, ma basta un errore del solitario Biglia per innescare ancora Icardi ed il 2-1 interista. Nel finale succede di tutto: prima Bonaventura trova la zampata del pareggio rossonero, poi arriva la follia in area di Rodriguez. Rigore che Icardi, ieri sera vero e proprio ‘Re Mida’, non sbaglia e si regala la tripletta decisiva che porta l’Inter in paradiso e rigetta i diavoli all’inferno. Un inferno dal quale sarà durissima uscire, non senza cambiare qualcosa dal punto di vista tattico e mentale.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it