Inter-Milan
Inter-Milan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Parlare di flop dopo sole 8 giornate di campionato sicuramente è troppo e qualcosa di buono, aggiungendo anche le gare in coppa, è stato anche fatto. Ma i problemi del nuovo Milan sono tendenzialmente enormi.

Come scrive oggi la Gazzetta dello Sport molto passa anche dalla rivoluzione estiva sul mercato, che ha portato dieci volti nuovi (undici contando anche Donnarumma senior) nella rosa di Vincenzo Montella. Tutti giocatori di buona qualità ma non è mai facile inserirli assieme all’interno di una squadra discretamente rodata. Le difficoltà oggettive si stanno trasformando in problemi assolutamente seri, visto che i 230 milioni di euro spesi dalla proprietà cinese non hanno reso finora come avrebbero dovuto.

A guardare la media-voto dei 10 volti nuovi c’è da spaventarsi; solo in tre toccano la sufficienza, ovvero Kalinic, André Silva e Conti (infortunato fino a primavera) mentre il più deludente neanche a dirlo è Leonardo Bonucci, che ha ancora il rendimento (5,56) più basso dell’intera squadra. Kessié è crollato dopo un primo mese positivo, Rodriguez paga l’errore nel derby con tanto di fallo da rigore al 90′. Biglia non sta prendendo per mano la squadra come ci si aspettava e Calhanoglu va a singhiozzo.

E pensare che contro l’Inter il migliore dei nuovi è stato Fabio Borini, quello pagato di meno, mentre hanno convinto più quelli della ‘vecchia guardia’ come Suso e Giacomo Bonaventura. Montella deve guidare la squadra fuori dalla crisi. Gli alibi comunque stanno a zero, i nuovi dovranno darsi una mossa per dimostrare il loro reale valore.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it