Carlos Bacca
Carlos Bacca (©Getty Images)

NEWS MILANCarlos Bacca per due stagioni è stato il miglior cannoniere della squadra rossonera, ma nonostante ciò non è riuscito a guadagnarsi la stima dei tifosi e ad essere confermato per il progetto della nuova società.

Il Milan lo ha ceduto al Villarreal in prestito oneroso con diritto di riscatto, nell’ambito di un affare che potrebbe fruttare complessivamente circa 18 milioni se il ‘Submarino Amarillo’ riscatterà il cartellino a fine stagione. Al momento, però, il colombiano non sta avendo un rendimento tale da far pensare che possa essere confermato dalla squadra spagnola. Solo 2 gol in 9 presenze per il 31enne colombiano, che nelle ultime tre partite nella Liga è partito dalla panchina.

Bacca in un’intervista a W Radio Colombia ha parlato della sua avventura al Villarreal, la sua seconda in Spagna dopo i due anni pre-Milan trascorsi al Siviglia: “Sono contento di come il club e la gente mi hanno accolto. Ho la voglia di dare del mio meglio per la squadra. Stiamo migliorando con il cambio di allenatore e abbiamo ancora margine di miglioramento. L’obiettivo è andare in Europa e fare bene l’Europa League, dando il meglio per noi e per la gente”.

Carlos in seguito ha così proseguito in merito alla sua esperienza al Milan, tra alti e bassi: “Gli anni passati al Milan sono stati soddisfacenti per me sul piano personale. Ho raggiunto l’obiettivo stabilito. Si poteva fare meglio, però serviva l’aiuto della dirigenza e della squadra. Però ero nel peggior Milan della storia. Dopo 31 anni il presidente Berlusconi voleva vendere il club. Con l’allenatore e la nuova dirigenza avevamo idee diverse, ma vado avanti a testa alta perché il Milan è in Europa e ho dato il mio contributo. Ho soddisfazione nel fatto che il Milan sia in Europa, era un mio obiettivo quando lasciai Siviglia”.

 

Redazione MilanLive.it