Manuel Locatelli
Manuel Locatelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Per molti sarebbe dovuto andare a fare esperienza altrove per giocare con continuità e crescere. Per altri è soltanto una riserva dalle buone qualità ma senza la personalità giusta per fare il titolare nel Milan.

La verità è che in questi mesi Manuel Locatelli è finito ingiustamente nel dimenticatoio. Un anno fa il talento classe ’98 nativo di Lecco aveva fatto impazzire tutti i tifosi milanisti: euro-gol contro il Sassuolo, prodezza decisiva contro la Juventus e titoloni dei giornali a favore delle qualità di questo regista giovane e ricco di entusiasmo. Naturale poi il calo fisiologico per un diciannovenne alla prima esperienza nel calcio che conta, per di più in un Milan non proprio nato e costruito per dominare in campionato.

Locatelli in queste settimane è al lavoro costante, si fa sempre trovare pronto e chiede con rispetto uno spazio in campo. Nel derby di domenica è subentrato forse troppo tardi ad un Biglia scarico e senza mordente, mentre stasera contro l’AEK Atene ha l’occasione di mostrare a tutti di essere un regista pronto e affidabile, non solo l’ombra immatura di Biglia e Montolivo. Il numero 73 del Milan vuole prendere per mano la squadra e trascinarla verso un successo che ipotecherebbe la qualificazione alle eliminatorie di Europa League. Ma soprattutto vuole tornare il Locatelli scintillante sulla bocca di tutti visto in campo un anno fa.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it