Yonghong Li
Yonghong Li (©Getty Images)

NEWS MILAN – Si fa sempre un gran parlare delle vicende societarie del club rossonero, dato che in molti continuano ad avere dubbi sul futuro e in particolare sulla figura di Yonghong Li.

Com’è risaputo, l’uomo d’affari cinese si è fatto prestare 180 milioni di euro da Elliott Management Corporation per acquistare il Milan e altri 123 sono finiti dal fondo americano (tramite la società lussemburghese Project RedBlack) nelle casse del ‘Diavolo’. Questi oltre 300 milioni più interessi andranno restituiti entro ottobre 2018, altrimenti il club finirà nelle mani dell’hedge fund di Paul Singer. Yonghong Li stesso e Marco Fassone nel frattempo lavorano al rifinanziamento del debito con altri soggetti finanziari che possano subentrare a Elliott come creditori, dando più tempo per pagare a tassi di interesse minori.

News Milan, le ultime su Yonghong Li

Mariangela Pira, giornalista di Mino Finanza e di Class CNBC, in un’intervento a Sky Sport ha parlato della situazione societaria del Milan in questi termini: “Il club rossonero è stato acquistato da un gruppo di investitori, che ha visto una possibilità seria seguendo Yonghong Li. C’è un disegno economico dietro. Non credo ci sarà un passaggio di proprietà presto. Se il Milan passasse di mano, finirebbe ai fondi che hanno sostenuto l’operazione finanziariamente. Stiamo parlando di gruppi leader nel mondo. Comunque non mi risulta che Mr. Li stia cercando un nuovo compratore”.

La giornalista smentisce alcune voci circolate, anche se è innegabile che il Milan tra voluntary agreement con l’UEFA e rifinanziamento del debito con Elliott Management Corporation abbia degli impegni extra-sportivi da onorare. Ma è importante che vi sia solidità dietro la proprietà rossonera e difficilmente Yonghong Li avrebbe potuto comprare la società senza avere le spalle coperte.

Alla Pira viene domandato anche del futuro del Milan senza Champions League, obiettivo dichiarato del club: “L’auspicio è di conquistare subito la qualificazione, così da rientrare nel piano che è stato progettato. Però non c’è la fretta di cui si parla, quello del Milan è un progetto di lungo periodo”.

 

Redazione MilanLive.it