Montella, due ragioni per tenerlo. E la ‘vecchia guardia’ può salvarlo

Vincenzo Montella
Vincenzo Montella (©Getty Images)

NEWS MILANVincenzo Montella anche dopo la partita persa contro la Juventus a San Siro è rimasto al suo posto. Niente esonero, come invece qualcuno immaginava.

Stamane il quotidiano Il Giornale espone due ragioni secondo le quali è opportuno che il Milan tenga ancora Montella in panchina:

  1. perché da qualche tempo, precisamente dalla sfida in dieci contro il Genoa, il gruppo ha intrapreso la strada di un nuovo e funzionale sistema di gioco e prodotto un buon calcio;
  2. perché affidare la panchina a un esterno significherebbe aprire un altro cantiere e riportare le lancette indietro di almeno tre mesi.

Inoltre viene fatto notare l’importanza che può avere per Montella il recupero della ‘vecchia guardia’, ovvero dei senatori della passata stagione che sono finiti in ombra con l’arrivo dei nuovi. Un passo che ha fatto il mister nella ricomposizione del gruppo è stato l’aver affidato la fascia da capitano a Ignazio Abate in Milan-Juventus, invece che a Lucas Biglia (fino a lì vice di Leonardo Bonucci). Un segnale positivo e che può aiutare l’allenatore.

Il Giornale scrive che Abate, dopo settimane di esclusioni, si è battuto come un leone e che adesso sarebbe il caso di dare maggiore spazio anche a Riccardo Montolivo, considerando il rendimento deludente di Biglia. Il quotidiano milanese ritiene che sia il caso di rilanciare l’ex capitano, che nelle gerarchie è finito anche dietro al giovane Manuel Locatelli. Oltre che da Suso, dunque, il Milan dovrebbe ripartite anche da altri elementi della ‘vecchia guardia’.

 

Redazione MilanLive.it