Diritti TV, il Milan rischia di perdere 16 milioni di introiti

Stadio Giuseppe Meazza San Siro
Stadio Giuseppe Meazza – San Siro (©Getty Images)

MILAN NEWS – Farà molto discutere la riforma che sta cercando di apportare al sistema calcio in Italia il Ministro dello Sport Luca Lotti, il quale intende accorpare e rendere più uniformi gli introiti per i diritti televisivi della Serie A.

Secondo ciò che riporta oggi La Repubblica l’idea di Lotti è quella di avere un campionato altamente più equo dal punto di vista dei ricavi provenienti dalla vendita dei diritti tv per le gare del campionato italiano. Un argomento di discussione da anni, visto che le ‘big’, portando un maggior numero di spettatori e bacini di utenza superiori, vantano anche introiti molto più significativi dalle televisioni rispetto alle squadre cosiddette provinciali. Il Ministro vuole invece riformare tale sistema aiutando in qualche modo questi ultimi club, che proprio per mancanza di casse adeguate non riescono a formare rose all’altezza.

Una soluzione all’inglese che non piacerà sicuramente alle società più importanti d’Italia; il Milan ad esempio rischia di perdere circa 16 milioni di euro con tale riforma, visto che attualmente incassa 80 milioni dai proventi televisivi e in proiezione andrebbe a percepire ‘solo’ 64 milioni. Peggio andrebbe alla Juventus, leader assoluta al momento con incassi da 107,3 milioni, che vedrebbe decadere tali ricchezze andando a guadagnare ricavi superiori ai 66 milioni annui.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it