Milan-Highbridge, nuovo finanziamento da 400 milioni: i dettagli

Casa Milan
Casa Milan (©Getty Images)

NEWS MILAN – Giungono aggiornamenti importanti sul rifinanziamento del debito da oltre 300 milioni di euro complessivi che il club rossonero e la controllante Rossoneri Sport Investment Lux hanno nei confronti di Elliott Management Corporation.

Già dalle news Milan degli ultimi giorni era emerso che la società di via Aldo Rossi aveva affidato a un advisor come BGB Weston il mandato di trovare un soggetto finanziario che subentrasse al fondo americano, concedendo un nuovo prestito a condizioni più favorevoli (cinque anni per restituire i soldi e a un tasso di interesse inferiore rispetto a quello di Elliott). Un’operazione non semplice.

News Milan, il fondo Highbridge rifinanzia il debito con Elliott?

Stamane il Corriere della Sera conferma che le indiscrezioni di ieri. Ovvero l’individuazione in Highbridge Capital Corporation del soggetto che potrebbe effettivamente rifinanziare il debito che pende sul Milan e sulla Rossoneri Lux. La soluzione proposta è quella di rinegoziare entrambi i debiti, quello da 123 milioni del club e quello da 180 della controllante. Ovviamente tenendo conto pure di una cinquantina di milioni di interessi.

Proprio per questo Marco Fassone ha accolto favorevolmente la trattativa con Highbridge, che intende rifinanziare tutti i 300 milioni più interessi. La maggior parte delle altre opzioni prevedeva, invece, il solo rifinanziamento dell’esposizione debitoria del Milan. Invece in casa rossonera si cercava una soluzione per entrambe le situazioni.

Dalle indiscrezioni raccolte dal CorSera emerge che se il debito con Elliott Management Corporation era di 303 milioni (divenuti 350 con gli interessi), invece il nuovo finanziamento di Highbridge riguarderà una cifra più alta: circa 400 milioni. Alla Rossoneri Lux ne andrebbero 250 e al Milan 150. Inoltre sarà possibile ottenere altri 100 milioni nel caso in cui il business plan milanista venisse rispettato. Ci sarebbero poi cinque anni per restituire tutto.

In questo momento è in corso la fase di due diligence sul piano di sviluppo del Milan. L’advisor BGB Weston ha grande fiducia sul fatto che l’operazione andrà in porto, perché ritiene buono il progetto del club. Il fondo Highbrige, con base a New York ma sedi anche a Londra e Hong Kong, sta studiando il dossier e potrebbe dare risposta affermativa entro poche settimane.

C’è la possibilità che il rifinanziamento del debito con Elliott avvenga prima di Natale e ciò sarebbe sicuramente un fattore molto positivo. Innanzitutto consentirebbe al Milan di poter perseguire i propri obiettivi sportivi e finanziari con più tempo a disposizione e meno scadenze imminenti. Inoltre, proprio entro Natale, l’UEFA deve dare una risposta sul voluntary agreement richiesto dalla società rossonera. Sapere che il ‘problema’ del rifinanziamento del debito sta per essere risolto può essere un fattore a favore del Milan nell’ottenere un regime più libero e senza sanzioni, rispetto al ‘temuto’ settlement agreement.

 

Redazione MilanLive.it