Marco Fassone Vincenzo Montella Massimiliano Mirabelli
Fassone, Montella e Mirabelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – La speranza c’è, il cauto ottimismo serpeggia dalle parti di via Aldo Rossi. Il Milan tra circa un mese dovrebbe conoscere il proprio destino per quanto concerne la richiesta del ‘voluntary agreement’ all’UEFA.

La società rossonera ha presentato il 9 novembre novembre il business plan per poter entrare in regime finanziario permetterebbe al club di pareggiare il bilancio nel giro di 3-5 anni senza però l’assillo di controlli e sanzioni da parte dell’UEFA, la quale in questi giorni sta valutando in maniera molto dettagliata il piano presentato da Marco Fassone e dagli altri dirigenti. La documentazione verrà persino integrata entro il 10 dicembre, come richiesto dal panel di Nyon, proprio per avere maggiori informazioni sui piani finanziari del Milan.

Ieri dal quotidiano Marca, molto vicino al Real Madrid, è emerso che l’UEFA avrebbe già bocciato il progetto rossonero e ha ipotizzato persino un’esclusione dalle coppe europee come punizione. Un’indiscrezione che a Casa Milan ha stupito molto, dato che in realtà da Nyon è arrivata solamente la richiesta di integrare la documentazione già presentata da Fassone. Una decisione verrà presa probabilmente verso metà dicembre o comunque entro Natale.

Intanto Tuttosport oggi spiega che si è cominciato a ipotizzare che a una manovra da parte di alcuni club europei, con il Real Madrid in testa, contro la concessione del ‘voluntary agreement’ al Milan. Se i rossoneri ottenessero di entrare nel regime richiesto, sarebbero i primi e dunque ciò rappresenterebbe un precedente.

Il rischio, secondo alcune big europee e non solo, è che molti club con nuove proprietà in futuro possano seguire l’esempio del Milan, spendendo e indebitandosi senza poi essere sanzionate, andando così ad aggirare le norme imposte dal Fair Play Finanziario. Vedremo come finirà questa vicenda. In questo periodo il Milan è oggetto di ‘attacchi’ dalla stampa internazionale.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it