Massimo Mirabelli
Massimo Mirabelli (©Getty Images)

Massimiliano Mirabelli ha rilasciato un’intervista a Rai Sport nel post-partita di Milan-Hellas Verona di Coppa Italia. Inevitabile domandargli di Gianluigi Donnarumma e del caso creato attorno al ragazzo.

Il direttore sportivo rossonero inizia così il suo intervento: “Abbiamo poco da chiarire, spiace per quello che è successo stasera. Non ci ha chiesto di andarcene, sappiamo da dove viene il male e cercheremo di risolvere nei prossimi giorni. Il Milan va rispettato, se qualcuno cerca di rovinare l’immagine del calciatore e del club avremo dei danni. Potremmo tutelarci nelle sedi opportune. Non so chi abbia orchestrato questo teatrino”.

Mirabelli conferma la volontà di tenere Donnarumma a lungo nel Milan, tutelando sia lui che il club: “Vorremmo averlo oltre il 2021, non ha mai chiesto la cessione. E’ dispiaciuto della situazione, che va risolta. Dobbiamo compattare club e tifosi. Sappiamo da dove può arrivare il male, ci faremo trovare pronti e tuteleremo. I tifosi stiano tranquilli, non cederemo a nessun ricatto o pressione. Non abbiamo bisogno di cedere nessuno. Se qualcuno vorrà andare via, cederemo alle nostre condizioni e non ci faremo infinocchiare”.

Il dirigente del Milan conclude parlando della presunta violenza psicologica esercitata per far rinnovare Donnarumma:Quando ho sentito le varie cose mi veniva da ridere. Siamo di fronte a certe leggi, se qualcuno si è sentito violentato ci sono i tribunali per queste cose. Mi sono fatto una risata. Gigio è stato felicissimo di rinnovare il contratto. I tifosi sanno dove qualcuno vuole arrivare“.

 

Matteo Bellan