Alessio Romagnoli Allan
Alessio Romagnoli e Allan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Il suo mestiere primario sarebbe quello di evitare di far subire gol al Milan, ma nell’ultimo mese sembra che Alessio Romagnoli si stia cominciando ad interessare anche alla fase offensiva.

Da inizio novembre ad oggi il centrale ex Roma ha messo a segno ben tre reti tra campionato e coppa, tutte di pregevolissima fattura. Contro il Sassuolo di ‘rapina’, con un colpo di testa ad anticipare l’uscita goffa del portiere Consigli. Contro il Napoli da cecchino vero, con un sinistro al volo che si è infilato senza scampo all’angolino battendo Reina dalla distanza. Infine ieri, nell’esordio del Milan in Coppa Italia, quando ha punito il Verona da centravanti puro su assist di André Silva.

Il fare gol non è teoricamente una delle qualità primarie di Romagnoli, difensore abile e duttile che in carriera ha sempre dimostrato di essere un calciatore affidabile e completo, ma in realtà ha sempre avuto un buon feeling con la porta avversaria: basti pensare che il suo esordio assoluto da titolare in Serie A, in un Roma-Genoa del marzo 2013 a soli diciotto anni, ha corrisposto con la sua prima rete da professionista con un colpo di testa vincente (molto simile a quello di Sassuolo-Milan). Intanto Gattuso, vista l’apatia offensiva di Kalinic e Silva, si consola con un Romagnoli che all’occorrenza può far male, e non poco.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it