Logo UEFA
Logo UEFA (UEFA.com)

NEWS MILAN – La UEFA ha bocciato la richiesta di voluntary agreement da parte del club rossonero. Di ieri il comunicato ufficiale della bocciatura al Milan. Pesano le incertezze sul rifinanziamento e sulle garanzie finanziarie di Yonghong Li.

La società di via Aldo Rossi nei primi mesi del 2018 tornerà a Nyon per discutere nuovamente con l’UEFA, però lo farà per aderire al settlement agreement. Differentemente dal voluntary agreement, quest’altro regime prevede una serie di sanzioni economiche e sportive a cui dover far fronte nel periodo in cui il club è chiamato a rientrare nei parametri del Fair Play Finanziario. Un percorso già intrapreso, ad esempio, da Inter e Roma.

Intanto dalle news Milan del Corriere della Sera emerge che all’interno dell’UEFA la bocciatura della richiesta rossonera non è stata unanime. Non tutta la commissione era d’accordo nel respingere il voluntary agreement domandato dal club ancora a inizio novembre. Ma Marco Fassone non ha potuto soddisfare le pretese dell’UEFA di completare già il rifinanziamento del debito e di presentare delle garanzie precise (fideiussioni bancarie o deposito su conto vincolato) sulla copertura delle future perdite. Da qui la bocciatura, seppur non condivisa da tutti. Avanti con il settlement agreement, dunque.

 

Redazione MilanLive.it