Marco Fassone
Marco Fassone (foto acmilan.com)

MILAN NEWS – Dito puntato contro l’amministratore delegato. Fino a pochi mesi fa i tanti tifosi del Milan vedevano Adriano Galliani come capro espiatorio dei fallimenti rossoneri recenti, ed oggi la musica non è troppo cambiata.

In molti indicano il successore Marco Fassone come colpevole di una gestione finora sbagliata di società e squadra, con scelte che non stanno affatto pagando, visto l’andamento in campionato ad handicap del Milan e un esonero già messo in pratica con la cacciata di Vincenzo Montella nel mese scorso. Insomma Fassone non sembra aver dato la sterzata che ci si aspettava da un manager come lui, che ha grande esperienza nel mondo del calcio italiano e conoscenze importanti.

Ma chi spera che Fassone paghi per le scelte errate già commesse deve lasciar perdere: come spiega oggi il Corriere della Sera l’a.d. rossonero è praticamente intoccabile. Nello statuto del Milan vi è infatti scritto che lo stesso dirigente piemontese non è licenziabile durante il periodo di finanziamento, dunque fino a ottobre 2018. Una postilla richiesta espressamente da Elliott Management Corporation, il fondo statunitense con cui il club e la holding Rossoneri Lux hanno oltre 300 milioni totali di debiti. Trattativa con Highbridge in corso per rifinanziarlo e liberarsi dal vincolo all’hedge fund di Paul Singer.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it