Milan-Atalanta
Milan-Atalanta (©Getty Images)

MILAN NEWS – Sempre più giù, sempre peggio. Non è servita neanche la settimana di ritiro forzata al Milan per cercare di superare il momento grigio, che invece continua imperterrito dopo il k.o. di ieri sera contro una bella Atalanta.

Altra sconfitta, sempre senza segnare reti, e San Siro che contesta. Ormai è una consuetudine, visto che il Milan è già all’ottava partita persa su 18 giocate in campionato, numeri da brividi che ricordano la tremenda stagione 1981-82, quella dell’ultima retrocessione. La grinta di Gennaro Gattuso si vede solo a tratti, in realtà è solo un fuoco di paglia che si spegne come al solito alla prima distrazione difensiva, sul gol del vantaggio atalantino di Bryan Cristante in mischia.

Come scrive la Gazzetta dello Sport una piccola reazione c’è stata: un paio di giocate di Bonaventura, qualche movimento di Kalinic però inconcludente. Fatto sta che il portiere ospite Berisha non deve compiere interventi importanti in tutto l’arco dei 90 minuti. E mentre il Diavolo si danna l’anima senza avvicinarsi al pareggio, per la Dea è facilissimo arrivare al raddoppio con Josip Ilicic che conclude in rete il più facile dei contropiedi. E se non fosse per il contestato Gigio Donnarumma il passivo finale sarebbe stato ancora più pesante. Una caduta libera senza fine, che certifica quello che sarà uno dei Natali più tristi e deludenti della storia rossonera.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it