Marco Fassone
Marco Fassone (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non solo mercato e calcio giocato. Per il Milan sono mesi importanti anche per il futuro societario riguardo il rifinanziamento del debito con Elliott Management Corporation.

Premium Sport ha aggiornato la delicata situazione che riguarda questo argomento. Innanzitutto aprile e maggio saranno i mesi decisivi per il futuro del club. Entro la fine della Primavera infatti Marco Fassone vuole chiudere la questione rifinanziamento: niente da fare con Highbridge, che aveva fissato la cifra del prestito a 270 milioni invece dei 400 chiesti dal Milan per smaltire il debito con Elliott.

Ma Fassone non ha chiuso definitivamente le porte al fondo americano. Infatti ora per il rifinanziamento ci sono due vie: firmare con Highbridge e cercare i 130 milioni altrove oppure reperire l’intera somma da un altro fondo. Come ormai tutti sanno, se dovesse finire male, ad ottobre il Milan andrà nelle mani di Elliott. Ma non è detto che la famiglia Singer metta subito la società sul mercato. Lo rivela sempre Premium Sport.

Malcom Singer, figlio del fondatore Paul Singer, è un grande appassionato di calcio e potrebbe pensare di tenere il club. Intanto ieri c’è stata una riunione con i rappresentanti del fondo statunitense per fare il punto della situazione. Martedì invece è previsto un CdA a cui dovrebbe partecipare anche l’observer di Elliott, Salvatore Cerchione.

Possibile anche la richiesta a Yonghong Li dell’ultima tranche dell’aumento di capitale. Finora sono stati versati in maniera puntuali 49 milioni: ne mancano undici per arrivare ai sessanta prestabiliti. Finora questi non sono stati versati perché non ce n’è stato bisogno. I conti del Milan infatti sono migliorati grazie ad abbonamenti, incassi da stadio e soprattutto l’introduzione di nuovi sponsor.

 

Redazione MilanLive.it