Francesco Greco (©Getty Images)

MILAN NEWS – Continuano ad essere a dir poco pressanti le voci riguardanti la possibile indagine della Procura di Milano in merito alla presunta indagine sulla compravendita del Milan che ha coinvolto Fininvest e Yonghong Li.

Le rivelazioni de La Stampa riguarderebbero alcuni fascicoli inerenti il tentativo della holding di Silvio Berlusconi di far rientrare tramite l’operazione Milan denaro della società presente in paradisi fiscali. Una manovra di riciclaggio, dunque. Ma questa indiscrezioni ha ricevuto tante smentite. La prima dal procuratore capo Francesco Greco, poi è stata la volta di Marina e Silvio Berlusconi. Infine ieri è arrivato il comunicato ufficiale di Yonghong Li.

Come riporta Il Giornale, ieri il pm Greco ha rassicurato l’avvocato Niccolò Ghedini, legale della famiglia Berlusconi, confermando che non c’è nessuna inchiesta riguardante la compravendita del Milan. Non vi è alcuna ipotesi di riciclaggio di denaro al vaglio della Procura di Milano, che comunque ha ricevuto delle carte in merito all’operazione conclusa ad aprile. Parte della documentazione è stata fornita proprio dai legali di Fininvest, che hanno voluto dare massima trasparenza sull’affare.

Alla Procura è arrivato anche un report della Guardia di Finanza che raccoglie le valutazioni di Bankitalia sulle «operazioni sospette» emerse vagliando la provenienza dei quattrini cinesi. E sanno anche che per ora né Banca d’Italia né Fiamme Gialle né Procura hanno ravvisato elementi penalmente rilevanti nell’accordo tra Fininvest e Yonghong Li. Al momento le parti coinvolte possono stare tranquille. Vedremo se ci saranno sviluppi eventuali nelle prossime settimane.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it