Il rigore di Paulo Dybala (©getty images)

CALCIOMERCATO MILAN – Nell’estate 2015 il Milan ha cullato per diverse settimane un sogno di mercato davvero esaltante: ingaggiare quello che allora era considerato il giovane talento più brillante del campionato di Serie A.

I rossoneri erano stati vicini a Paulo Dybala, fantasista argentino che veniva da un campionato strepitoso con la maglia del Palermo e dunque nel mirino di molti top club italiani e non solo. Alla fine però la spuntò la Juventus con un’operazione da circa 40 milioni, troppi per le allora casse non così ricche del club rossonero. Eppure il Milan aveva quasi in pugno ‘la Joya’, che però sembrò preferire la chance juventina soprattutto per giocare la Champions League da protagonista, mentre il Milan veleggiava in zone poco esaltanti di classifica.

Ieri è tornato a parlare di quei retroscena di calciomercato il d.g. bianconero Beppe Marotta, ospite degli studi di Sky Sport; il dirigente della Juventus ha ricordato il modo in cui il suo club ha strappato il sì di Dybala: “Fu un’operazione tempestiva, anticipammo Milan e Inter che erano sul giocatore ma stavano temporeggiando un po’ troppo. Non contarono i soldi, ma la volontà di chiudere, inoltre io e Parativi fummo aiutati dal rapporto positivo con Zamparini, con cui avevo lavorato ai tempi del Venezia”.

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it