Filippo Galli
Filippo Galli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Responsabile del settore giovanile del Milan da diversi anni, Filippo Galli è stato un elemento importante per la crescita del club da questo punto di vista. E i risultati si sono visti recentemente.

Per lui vedere così tanti giovani usciti dal vivaio in prima squadra è un onore. Intervenuto a Milan TV, l’ex difensore rossonero ha spiegato: “La presenza di tanti giovani in prima squadra è il coronamento del nostro lavoro. Dobbiamo sempre tenere in considerazione il contesto, per molti ragazzi non è facile vestire la maglia del Milan e giocare a San Siro. Ma hanno tutto a disposizione e possono fare bene”.

Il settore giovanile è molto importante per tutte le società. In particolar modo per un club come il Milan, che aiuta tanto i propri ragazzi nella crescita: “Entrare nel Milan a 12-13 anni è una scoperta per i ragazzi e per i genitoriIn pochissimi arrivano a realizzare il loro sogno, ma abbiamo l’obbligo morale di farli esprimere. Il centro di Vismara è cresciuto tanto negli ultimi anni. Ci sono strutture e risorse umane importanti, arriviamo tra le novanta e le cento persone, è un ramo d’azienda”.

Il metodo di lavoro di oggi sui giovani è parecchio diverso rispetto a quello di tanti anni fa. Galli spiega le differenze: “Sono cambiati i tempi. Ai miei tempi serviva un solo allenatore, ora ci sono tanti educatori, come ad esempio quello dell’idratazione. L’anno scorso in tanti si presentavano disidratati e questo era causa di infortuni. Per far capire meglio le cose ai ragazzi oggi usiamo la videoanalisi”.

 

Redazione MilanLive.it