André Silva
André Silva (©Getty Images)

MILAN NEWS – La stagione in corso, la prima italiana di André Silva, sta diventando un paradosso: cecchino letale in Europa League e con la sua Nazionale, praticamente un fantasma negli appuntamenti di campionato.

L’attaccante portoghese è stato il calciatore più pagato dell’estate rossonera dopo Leonardo Bonucci, un investimento di 38 milioni che per ora non ha ancora dato i suoi frutti. Gli 8 centri in Europa non gli hanno permesso di diventare un calciatore fondamentale per il Milan anche in Serie A, dove non ha ancora lasciato tracce del suo passaggio. Come sostiene il Corriere dello Sport ci vorrà però ancora un po’ di tempo per vedere Silva inserito negli schemi milanisti per il proseguo della stagione.

Il numero 9 ex Porto dovrà pazientare, mettere muscoli ed esperienza sulle gambe e capire come si agisce contro le difese chiuse e massicce del campionato italiano. Non a caso la sua media-voto per le apparizioni stagioni in massima serie è molto bassa, al contrario di quella per le gare di Europa League in cui si è confermato bomber di razza. Mentre Nikola Kalinic torna ad essere un giocatore-chiave per gli schemi di Gattuso e il baby Patrick Cutrone dimostra di essere sempre una risorsa utile, André Silva è fermo al palo: ma il tecnico rossonero gli ha palesemente fatto sapere che ci sarà presto spazio anche per lui.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it