CorSport – Il Milan non svende: regole rigide sulle cessioni

Fassone Mirabelli
Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (foto acmilan.com)

CALCIOMERCATO MILAN – In questa sessione invernale del mercato il club rossonero ha pensato solamente alle cessioni e non ad acquisti. Tuttavia, non ha ancora concretizzato le operazioni in uscita prefissate.

Il Corriere dello Sport oggi spiega che a Casa Milan sono vigenti ormai dalla scorsa estate linee di pensiero e di condotta molto precise e decise che stanno scoraggiando eventuali club interessati ad alcuni giocatori in uscita. Tra i cedibili ci sono i vari Gabriel Paletta, Gustavo Gomez e José Mauri ad esempio.

Tutti i procuratori e gli assistiti vengono trattati allo stesso modo. Gli agenti vengono gratificati con una commissione che non supera il 5%. E non sono previsti altri bonus. I calciatori che intendono congedarsi dal Milan non ricevono alcuno ‘scivolo’, buonuscita o altro tipo di facilitazione per andarsene. Nessuno sarà svenduto, neppure se non rientra nel progetto tecnico-tattico dell’allenatore.

Massimiliano Mirabelli e Marco Fassone hanno dettato delle regole rigide, rischiando di mettersi contro tanti agenti e intermediari, oltre che qualche club e giocatore. Però i due dirigenti del Milan ritengono che questa sia la strada migliore per fare gli interessi della società rossonera e limitare i ‘favori’ ad altri soggetti. Schiena dritta e nessun compromesso, come già dichiarato in estate.

 

Redazione MilanLive.it