Gattuso e Spalletti
Gennaro Gattuso e Luciano Spalletti (©getty images)

MILAN NEWS – Il calcio è strano, è una scienza talmente inesatta da ribaltare qualsiasi pronostico o previsione. Basti vedere il cammino dei due allenatori di Milan e Inter.

Nella prima parte di stagione Luciano Spalletti, dall’altro della sua esperienza e qualità gestionale, aveva trascinato i nerazzurri verso i primi posti della classifica, addirittura considerato in lizza per lo Scudetto con Juventus e Napoli. Una volata perfetta che ha illuso tutti i tifosi interisti per mesi prima della recente caduta, dovuta ad uno stato di forma precario e ad un gioco riconoscibile e scarno.

Ecco allora spuntare Gennaro Gattuso, tecnico alle prime armi e meno prestigioso del collega sull’altra sponda dei Navigli; la cavalcata dell’ex centrocampista con il Milan è però straordinaria: nel momento del suo esordio-shock, ovvero il pareggio subito in extremis a Benevento, Gattuso vide i rossoneri a -18 punti dai rivali dell’Inter, una sorta di segnale poco incoraggiante. Ma ad oggi, alla vigilia del derby di ritorno, i punti di distacco sono solo 7. Bravo mister Rino a rosicchiare terreno ed a piazzarsi alle calcagna di Spalletti, tanto che in caso di successo domenica il Milan si porterebbe a -4, distacco ormai minimo.

Tutto è partito forse dall’unico confronto diretto tra Spalletti e Gattuso, il derby di Coppa Italia dello scorso 27 dicembre: la rete-vittoria di Patrick Cutrone ai supplementari ha colpito come una mazzata pesantissima le certezze nerazzurre, mentre ha spinto verso la rivalsa gli stimoli e la grinta del club rossonero.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it