Massimo Ambrosini
Massimo Ambrosini

MILAN NEWS – C’è già grande attesa per la sfida di domenica prossima tra Genoa e Milan, che vedrà i rossoneri cercare di espugnare Marassi per continuare la scalata in classifica.

Per commentare il match dell’11 marzo prossimo La Repubblica ha interpellato Massimo Ambrosini, ex capitano del Milan che conosce molto bene i due allenatori chiamati in causa, ovvero Davide Ballardini e Gennaro Gattuso: “Sinceramente sono un po’ stupito da Gattuso. Non per mancanza di fiducia in Rino, ma ci stava che, come chiunque inizi una nuova professione, potesse andare incontro a delle difficoltà. Invece, anche se la partenza non era stata delle più felici, ha trovato in fretta il bandolo. E soprattutto ha smentito chi era convinto che una squadra di Gattuso dovesse essere solo grinta e cuore. Adesso il suo Milan gioca un buon calcio”.

Per Ambrosini la gara di domenica sarà ricca di emozioni, tra due squadre che sono rinate dopo un girone d’andata molto negativo: “Mi aspetto di vedere una gara splendida e spettacolare, molto diversa rispetto allo scialbo 0-0 dell’andata. Cutrone come Inzaghi? Un’etichetta che può solo nuocergli, perché crea delle aspettative che al momento non sappiamo quanto sia in grado di mantenere. L’attacco del Milan non può pesare soltanto sulle sue spalle, per quanto il ragazzo la porta la veda”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it