Andriy Shevchenko
Andriy Shevchenko (©Getty Images)

NEWS MILANAndriy Shevchenko oggi è commissario tecnico dell’Ucraina, ma ha un grande passato da giocatore e ha speso tanti anni in rossonero. E’ il secondo miglior marcatore della storia del Milan.

Di recente ha più volte parlato di Gennaro Gattuso e della risalita della squadra. L’ex attaccante ha nuovamente commentato tutto ai microfoni di Sky Sport: “Sono molto contento per lui, perché Rino in un momento difficile per tutti ha avuto coraggio, non si è tirato indietro. Ha fatto vedere a tutti non solo che lui ha carattere, ma ha fatto diventare il Milan una squadra . Per tanti è una sorpresa, ma per me no, perché conoscendo Rino so quali motivazioni lo spingono. Lui è un ragazzo intelligente perché nella sua carriera come calciatore è migliorato tanto”.

Shevchenko spende parole di elogio per il mister rossonero, spiegando che in fondo non sia così sorpreso dal suo rendimento in panchina. E il c.t. ucraino ha anche proseguito spiegando che non vanno messe troppe pressioni addosso a Rino: “Ora la cosa giusta è non parlare di dove arriverà il Milan, se in Champions League o meno. La cosa corretta è dare la possibilità a Gattuso di lavorare tranquillamente. Certamente la società ha già degli obiettivi, però è importante non mettere tanta pressione perché Gattuso ha dimostrato di essere pronto”.

A Sheva viene anche chiesto di Patrick Cutrone, attaccante 20enne che con la maglia del Milan sta stupendo tutti in questa stagione: “E’ un ragazzo che cerca sempre la profondità, tiene bene il pallone e fa salire la squadra. E’ un giocatore che riesce a dare l’ultimo tocco, a fare gol, a sfiorare il pallone, comunque riesce sempre a trovare l’occasione. Ciò è molto positivo per un centravanti”.

Infine Andriy si è anche espresso su Leonardo Bonucci, capitano del Milan che ha vissuto dei mesi difficili e in seguito si è ritrovato: “Ora ha riacquistato la sicurezza che ha sempre avuto. E’ normale che dei giocatori ogni tanto possano avere qualche momento negativo. Ma la cosa più importante è che lui stia giocando bene adesso“.

 

Redazione MilanLive.it