Borini e Mkhitaryan
Fabio Borini e Henrik Mkhitaryan (©Getty Images)

MILAN NEWS – Non era facile, ma il Milan ci ha provato e per qualche minuto anche creduto seriamente. La rimonta in casa dell’Arsenal però non è riuscita nonostante una buona prova corale.

La squadra rossonera ha convinto, per atteggiamento, per umiltà e per grinta, ma è stata sconfitta dagli episodi e da quel match d’andata a San Siro che ha condizionato tutto il discorso qualificazione. Bene l’Arsenal, meno bello ma molto cinico e furbo nel chiudere il discorso. Gennaro Gattuso elogia i suoi ragazzi, anche se da qualcuno si sarebbe aspettato una prestazione migliore.

Arsenal-Milan 3-1, le pagelle del match

Come di consueto arrivano voti e pagelle assegnate dalla Gazzetta dello Sport nel day-after; voti non bassissimi per il Milan, che si prende l’onore delle armi. Il migliore è certamente Fabio Borini, con un positivo 6.5 ottenuto grazie ad una prova attenta e puntuale in fase difensiva contro avversari molto insidiosi. Bene anche Hakan Calhanoglu, che ha il merito di riaprire il discorso qualificazione con un destro perfetto all’angolino. Non dispiacciono neanche le prove dei vari Bonucci, Rodriguez, Kessié e Cutrone, quest’ultimo sempre generoso anche se poco pericoloso.

Non vi sono bocciature eccellenti in casa rossonera, ma tra gli insufficienti, con voto 5.5, spiccano un Suso impreciso e forse bisognoso di riposo, oppure un André Silva che spreca l’occasione per rilanciare il Milan e le sue ambizioni personali. Infine Gigio Donnarumma: un peccato condannarlo, ma dopo almeno 3 belle parate si concede una mezza ‘papera’ che spiana la strada alla vittoria dei Gunners.

pagelle
Foto Gazzetta dello Sport

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it