Marco Fassone Massimiliano Mirabelli
Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Periodo chiave quello attuale per i destini societari del Milan. Saranno giorni molto caldi sul fronte del rifinanziamento del debito attualmente in essere col fondo Elliott Management Corporation.

Ieri a fare un po’ di chiarezza c’ha pensato Marco Fassone, amministratore delegato del Milan, che come riporta la Gazzetta dello Sport ha fatto il punto della situazione così: “Il rifinanziamento si farà, ci sono un paio di proposte, i rapporti con Li Yonghong sono ottimi, così come quelli con Elliott. C’è molta serenità sul futuro societario, sono relativamente ottimista. Non penso a un prolungamento della scadenza con Elliott, ci saranno elementi sufficienti per garantire un buon futuro al Milan. Uefa? Vorranno avere rassicurazioni sulla continuità del club, sono convinto di avere in mano gli strumenti per rassicurarli, non devono temere nulla. E sono anche convinto che in caso di necessità Elliott sarebbe al mio fianco”.

Del rifinanziamento si sta occupando la banca d’affari americana Merrill Lynch, advisor incaricato dalla società rossonera di reperire uno o più soggetti che si occupino di rifinanziare il debito concedendo scadenze e tassi di interesse migliori rispetto all’accordo attuale con Elliott. Da Casa Milan trapela ottimismo, soprattutto dopo le ultime parole di Fassone sull’argomento.

Intanto arrivano buone notizie dal fronte aumento di capitale: ieri Yonghong Li ha versato gli ultimi 3 milioni di euro dei 60 milioni deliberati nell’aprile 2017, mentre entro il 31 marzo arriverà un versamento poco meno di 10 milioni su un totale di 10 milioni che andranno immessi per completare la stagione sportiva fino al 30 giugno. La proprietà cinese dunque è in pieno controllo della situazione, facendo così decadere tutte le dicerie sulle problematiche finanziarie del presidente rossonero e compagnia.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it