Marco Fassone e Massimiliano Mirabelli (©Getty Images)

MILAN NEWS – Mai così tesi i rapporti tra le due società milanesi, accomunate dalla rivalità cittadina ma anche dalla proprietà che arriva dalle stesse latitudini asiatiche.

Nonostante questo Milan e Inter vivono un momento di ruggini e nervosismo, il tutto enfatizzato dalla questione del derby di ritorno da recuperare. I rossoneri hanno fatto di tutto per convincere le istituzioni a giocarlo in un giorno festivo, così da poter riempire San Siro e toccare il record di presenze stagionali allo stadio. La proposta di Marco Fassone, di recuperare il 25 aprile o il 1° maggio prossimi, è stata bocciata dalla dirigenza dell’Inter, che ha preferito attenersi al regolamento e puntare sulla data del 4 aprile.

Tensioni tra Fassone e l’a.d. interista Alessandro Antonello, che ieri ha replicato senza peli sulla lingua al proprio collega rossonero. Ma la ‘Grande Muraglia’ instauratasi nelle relazioni tra i due club milanesi passa anche da altre situazioni; come scrive Tuttosport si contano di recente altri episodi significativi, come le mancate strette di mano durante gli ultimi derby tra i vertici societari, con le due proprietà cinesi molto fredde l’una con l’altra. Oppure l’annosa questione del futuro di San Siro, con l’Inter che spinge per il rinnovamento dell’impianto mentre il Milan preferirebbe puntare su uno stadio di proprietà. Oppure la vera e propria fuga di dirigenti da Appiano Gentile in direzione di Milanello, con Fassone e Mirabelli in primis pronti a sposare la causa rossonera dopo un passato proficuo in nerazzurro.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it