Andrea Conti
Andrea Conti (©Getty Images)

MILAN NEWS – Finalmente Andrea Conti è tornato. Per il momento solo in panchina, però. Dopo sei mesi e mezzo, il terzino è tornato fra i convocati per Milan-Chievo.

Rientro da brividi per lui. Che ha ricevuto tanti applausi e manifestazioni d’affetto da San Siro, oltre alla incredibile vittoria in rimonta. L’ex Atalanta è al lavoro per poter acquisire la miglior forma fisica e mettersi a disposizioni della squadra, magari già al rientro contro la Juventus. Ma serve cautela: “Ci affidiamo al mister che gli vuole bene. Sa lui come gestirlo al meglio“, ha detto Mario Giuffredi, agente del rossonero, ai microfoni di RadioRossonera.

Il procuratore ha raccontato le sensazioni vissute dal suo assistito domenica: “Per lui è stato emozionante. L’obiettivo suo è quello di tornare in campo con questa maglia così importante”. Per lui Conti può diventare una bandiera del Milan: “Dico sempre ad Andrea che può diventare un simbolo del Milan nei prossimi 10 anni e fare come Gattuso. Non vede l’ora di ricambiare l’affetto: è strano pensare che la gente lo ama così tanto pur avendolo visto poco in campo“.

Con il suo rientro la fascia destra (completata da Suso e Franck Kessié) rischia di diventare il maggior punto di forza della squadra: “Sarà una zona importante per la fase realizzativa. Andrea sa anche finalizzare l’azione e ciò potrà essere per i rossoneri un’arma in più per il futuro“. Infine, su dove può arrivare il Milan: “Può sognare il quarto posto. Il contributo di Andrea per il finale di stagione non credo potrà essere un granché, per il pieno recupero ci vorrà tempo”.

 

Redazione MilanLive.it