Zlatan Ibrahimovic
Zlatan Ibrahimovic (foto Fox Sport)

Dopo la rescissione consensuale del contratto con il Manchester United, in questi minuti è stato ufficializzata la firma di Zlatan Ibrahimovic con il Los Angeles Galaxy.

La carriera del 36enne centravanti svedese proseguirà negli Stati Uniti nel campionato noto come Major League Soccer (MLS). Il trasferimento era nell’aria in questi ultimi giorni. L’ex di Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan e PSG non sembrava più rientrare nei pani di José Mourinho. E così Ibrahimovic ha preferito staccare subito il biglietto per la California. Avrebbe potuto aspettare la fine della stagione, ma il Manchester United è fuori dalla Champions e lontano dal City in Premier League. Ha deciso di andarsene subito.

Si tratta sicuramente di una delle più importanti operazioni di calciomercato nella storia della MLS. Tra gli affari più celebri ci fu quello che portò David Beckham proprio ai Los Angeles Galaxy ancora nel 2007, dopo la scadenza del contratto col Real Madrid. Nella franchigia californiana giocano alcuni nomi famosi in Europa come quelli di Ashley Cole, Jonathan dos Santos, Giovani dos Santos e Michael Ciani. Si tratta di una delle squadre più vincenti degli Stati Uniti.

Ibrahimovic sta recuperando la condizione fisica dopo un infortunio e non vede l’ora di poter esordire con la maglia della sua nuova squadra. La prossima partita dei Los Angeles Galaxy è il 25 marzo contro contro i Vancouver Whitecaps, ma l’esordio di Zlatan potrebbe avvenire il 31 nel derby contro il Los Angeles FC. Un palcoscenico ideale per l’ex bomber del Milan.

Matteo Bellan

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it