Andrea Conti
Andrea Conti (©Getty Images)

MILAN NEWS – Come recita il detto popolare: la sfiga ci vede benissimo. E stavolta si è accanita sul terzino rossonero Andrea Conti, fuori dai campi da settembre scorso.

Ieri grande paura, come riporta la Gazzetta dello Sport, presso il campo d’allenamento di Milanello. Dopo uno scatto nella seduta mattutina Conti ha sentito un forte dolore al ginocchio operato a settembre per la rottura del legamento crociato. Attimi di panico per lui e per lo staff medico rossonero, che però ha escluso un nuovo interessamento di tale legamento, scongiurando subito il pericolo di un altro intervento e di una lungodegenza che avrebbe messo k.o. fisicamente e moralmente lo stesso Conti.

Si tratta di una distorsione al ginocchio sinistro, vale a dire 30-40 giorni di stop forzato e terapie. Ma il Milan non si sente di accelerare i tempi per il recupero dell’ex Atalanta, vista la delicatezza del proprio calciatore, che dunque resterà fermo sino alla fine della stagione. Andrea metterà nel mirino il prossimo campionato, quando diventerà un vero e proprio valore aggiunto.

Anche il suo agente Mario Giuffredi ieri ha confermato questa teoria: “Abbiamo vissuto momenti di angoscia, ma quando ha saputo che il crociato non si era rotto si è subito tranquillizzato. Manca poco tempo alla fine della stagione ed è giusto che inizi a pensare alla prossima: non si può compromettere il proprio futuro per disputare magari tre partite di campionato”. Conti nella ‘sfiga’ può tirare un sospiro di sollievo.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it