Gennaro Gattuso
Gennaro Gattuso (©Getty Images)

MILAN NEWS – La storia di Gennaro Gattuso e di Massimiliano Allegri si arricchisce di un altro capitolo, stavolta da avversari. Per la prima volta Rino affronta il suo ex tecnico da allenatore di alto livello.

I due si sono conosciuti a Perugia da calciatori, quando Max era capitano e Rino una giovane promessa, poi al Milan senza negare qualche screzio. Ma Gattuso ha ringraziato pubblicamente il rivale nella conferenza di ieri, come riportato dalla Gazzetta dello Sport odierna: “Oltre che da capitano a Perugia, devo ringraziarlo anche da tecnico al Milan: arrivavo da un brutto infortunio, arrancavo ma uno non se ne rende conto. Non è facile anche perché intorno hai molte persone che ti dicono “guarda, quello lì non ti fa mai giocare…”. Poi ho cercato di capire meglio ed effettivamente zoppicavo, facevo fatica, non ero il giocatore che tutti conoscevano. Aveva ragione lui e infatti gli ho chiesto scusa. Ora da qualche anno c’è un grandissimo rapporto, grande amicizia e rispetto. Ho lasciato il Milan perché era finita un’epoca, lui era stato il primo a chiedermi di restare nel suo staff”.

Testa e concentrazione però alla partita di stasera tra Juventus e Milan, con Gattuso sicuro della buona prova dei suoi: “La sosta ci voleva, stiamo bene, penso faremo una grandissima partita, però dobbiamo giocare da squadra: non voglio più leggere titoli con giocatori che si auto-pronosticano gol e cose simili. Servono umiltà e il coraggio di giocare, perché non possiamo sbagliare”.

Infine la questione rinnovo di contratto, che per Gattuso è divenuto più un peso che un obiettivo: Il mio contratto? Dirà la società quando firmerò. Non ne posso più di sto c…o di contratto. Non è la priorità, ma credo non ci sarà alcun problema”.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it