Andrea Conti
Andrea Conti (©Getty Images)

MILAN NEWS – La sensazione più paurosa, inizialmente scongiurata, è tornata a bussare con fermezza spietata alla porta di Andrea Conti dopo la ricaduta muscolare al ginocchio operato.

La notizia è shockante per lui, per il Milan e per chi gli sta attorno: dopo i quasi sette mesi di stop per via della rottura del legamento crociato del ginocchio, Conti dovrà tornare nuovamente sotto ai ferri. Una diagnosi pesantissima quella ottenuta dal controllo effettuato a Pittsburgh la scorsa settimana, dove il terzino del Milan si è recato proprio per capire l’entità del danno subito durante l’allenamento nel periodo di sosta per le Nazionali. Si era parlato di una distorsione al ginocchio, curabile con calma con un mese di stop e terapie, ma l’interessamento ai legamenti ha rigettato tutti nello sconforto.

Come ricorda la Gazzetta dello Sport domani Conti si recherà a Roma, alla clinica Villa Stuart, dove sarà nuovamente operato dall’equipe del dott. Mariani, vero e proprio luminare nella ricostruzione dei legamenti delle ginocchia. Il problema non è tanto l’intervento chirurgico, bensì il recupero: l’ex atalantino era ad un passo dal ritorno in campo (era stato convocato per Milan-Chievo) ma il destino beffardo ed alcune valutazioni errate nel lavoro atletico lo hanno portato ad un ulteriore guaio che sarà risolto solo con una nuova operazione. 5-6 mesi di stop previsti, con Conti che potrà tornare in gruppo solo a settembre inoltrato. Un consiglio? Andrea guardi il suo collega Alessandro Florenzi, anche lui ‘ricaduto’ sullo stesso infortunio al ginocchio un anno fa ma rientrato dopo mesi di cure a pieno ritmo.

 

Keivan Karimi – Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it