Ruud Gullit
Ruud Gullit (©Getty Images)

NEWS MILANRuud Gullit è stato uno dei giocatori maggiormente rappresentativi del Milan degli Immortali guidato da Arrigo Sacchi. Uno dei componenti del celebre trio di campioni olandesi di cui facevano parte pure Frank Rijkaard e Marco van Basten.

Gullit, presente a Firenze all’evento dedicato alla Hall of Fame del calcio italiano, ha così parlato del suo Milan: “C’era sempre pressione – riporta Tuttomercatoweb -, non riuscivamo a goderci le vittorie. Avevamo sempre fame di altre vittorie. Solo dopo mi sono reso conto di quello che eravamo riusciti a fare. Quando abbiamo capito di essere forti? In una partita con il Como. In 10 contro 11 riuscimmo a vincere 5-0, il che era incredibile in Italia. Da lì abbiamo cambiato mentalità. Spero che il Milan di ora possa rinascere e tornare a vincere. Devono essere furbi ad attirare i giocatori giusti per aumentare il livello”.

L’ex campione olandese auspica che il club rossonero possa tornare ai vertici quanto prima. E non sarebbe male se a guidarlo fosse ancora Gennaro Gattuso, fresco di rinnovo di contratto con la società. Sul mister sono state queste le parole di Ruud: “Ha appena cominciato, spero bene. Per valutarlo a pieno ci vuole tempo, almeno tre anni servono. Spero solo che possa far bene. Con la vittoria della Coppa Italia può iniziare qualcosa di bello”.

 

Redazione MilanLive.it