Milan-Torino
Milan-Torino (©Getty Images)

NEWS MILAN – Alla squadra di Gennaro Gattuso è venuta la pareggite. A Torino il quarto pareggio consecutivo, non succedeva dal 1994. Un risultato che estromette i rossoneri dalla corsa Champions League, dato che il quarto posto dista ora 10 punti.

Il Milan ora deve pensare a difendere la propria posizione Europa League, come ricorda La Gazzetta dello Sport. Il Diavolo ha 2 punti di vantaggio sull’Atalanta e 3 sulla coppia Sampdoria-Fiorentina. Nelle prossime tre giornate affronterà Benevento, Bologna ed Hellas Verona per provare a consolidare il sesto posto prima delle due sfide proprio contro Atalanta (a Bergamo) e Fiorentina (a San Siro) nelle ultimissime giornate.

Il Milan ha sicuramente dei rimpianti per quanto successo ieri a Torino. Dopo il vantaggio siglato da Giacomo Bonaventura al 9′ avrebbe dovuto sferrare il colpo del k.o. alla squadra di Walter Mazzarri, che poi nel secondo tempo anche grazie ad alcuni cambi ha svoltato la propria partita arrivando al pareggio su colpo di testa di Lorenzo De Silvestri sugli sviluppi di un corner. Dopo la rete granata, ai rossoneri è mancata la necessaria forza per andare alla ricerca del nuovo sorpasso. E devono ringraziare ancora Gianluigi Donnarumma per aver evitato la beffa sul tiro ravvicinato di Adem Ljajic. E forse bisogna pure ringraziare Andrea Belotti, che dopo 3 minuti ha calciato sulla traversa un calcio di rigore.

Il primo tempo del Milan era stato ordinato e di personalità, la squadra di Gattuso controllava bene la partita contro un Torino poco reattivo. Proprio per questo bisognava cercare di raddoppiare e chiudere i giochi. I rossoneri hanno la colpa di non aver chiuso la partita, consentendo alla formazione di Mazzarri di scatenarsi dopo il passaggio al 3-5-2. Oltre al pareggio di De Silvestri (errore sia di Kalinic che di Abate), i granata hanno creato altri pericoli. Rino ha messo dentro Manuel Locatelli, Patrick Cutrone e André Silva per provare a ribaltarla. Ma il Milan ha comunque faticato a creare occasioni. Una l’ha avuta Cutrone, trovando la pronta respinta di Salvatore Sirigu. Poi all’ultimo minuto c’è stato un tiro di Ignazio Abate a fil di palo. Un pareggio che scontenta.

 

Redazione MilanLive.it

MilanLive.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre ultime notizie seguici qui: MilanLive.it